Archivi tag: tutorial

heartshaped abyss necklace made with resin and skeleton hands

Buongiorno a tutti, eccomi di nuovo a toccare l’argomento resina, per dare delle delucidazioni importanti sull’uso delle formine…e per farvi capire l’importanza della scelta giusta vi mostro alcuni lavori che ho creato ieri:

Per realizzarla ho utilizzato:

  • Ice resin
  • charm a forma di mano scheletrica
  • e fiori reciclati da bomboniere
  • formina in silicone, per capirci questa:

La mia esperienza con questo tipo di formine, non è del tutto negativa, sono molto utili quando si sta imparando a maneggiare la resina i primi tempi e comunque sono economiche e facilmente reperibili…l’unico incoveniente è che con il tempo si usurano  e rendono i lavori opachi invece che trasparenti…quindi se dovete realizzare lavori come questi sotto…vi consiglio formine in plastica semirigida, in resina, che rendono i lavori trasparenti. Per capirci queste sono le formine a cui mi riferisco:

Sono molto più costose, ma danno un ottima resa. Per reperirle online basta cercare su siti come ebay o etsy e scrivere: “resin mold” e vi si aprirà un immensa scelta 🙂  Oggi molti di questi stampi vengono fatti in casa, i più semplici in gomma siliconica, grazie all’ausilio di due paste che vengono mescolate insieme, il risultato è uno stampo morbido dal quale si riesce a staccare i lavori in resina facilmente, a differenza delle formine sopra, questi danno un buon risultato, l’unico incoveniente è che se non sono realizzati bene con il tempo si rompono, sopratutto ai lati. I prezzi di quest’ultime sono variabili, tenete presente che in italia uno scatolo di gomma siliconica della prochima da 1/2kg si aggira intorno ai 25 euro a salire, quindi il prezzo della formina realizzata è completamente soggettivo…i più piccoli possono aggirarsi intorno ai 2e fino ai 7e per i più grandi ma ce ne sono anche di più cari.

Le formine in resina invece vengono realizzate con speciali macchinari, io ho il mio rivenditore super segreto di fiducia che addirittura me le personalizza 🙂 e così posso creare oggetti in resina davvero unici.

Ricapitolando: se siete alle prime armi con l’uso della resina, gli stampi in silicone per il ghiaccio vanno benissimo e se volete continuare ad usuarli  dovete sostituirli prima o poi, quando i vostri lavori cominciano a diventare opachi. Se volete una resa migliore a vostra disposizione ci sono le formine in resina o in gomma siliconica, più care e resistenti le prime e un pò più fragili le seconde.

Questa volta però l’usura del mio stampino ha giocato a mio favore, perchè volevo un lavoro che non fosse proprio trasparente ma un pò più opaco, perchè gl’abissi del cuore e dell’anima sono torbidi e oscuri…

Spero che quest’altro consiglio sull’uso degli stampi vi sia utile e che i  miei lavori vi piacciano, per ogni domanda sono sempre disponibile.

xoxo Lux

Annunci

Another Steampunk creation

Buona Sera a tutte/i 🙂 vi ho lasciato la scorsa volta con una recensione e precedentemente con una creazione handmade, purtroppo tra concorsi, colloqui, commissioni e vita non c’è stato il tempo di scrivere recensioni ( ne ho tantissime in cantiere) ma vi propongo un nuovo gioiello Lux e per rimanenere in tema con i precedenti post sono sia in resina che in stile steampunk ^^  Ormai da quando ho visto Hugo vedo meccanismi ovunque

Per realizzarle l’occorrente è:

  • Resina, dosatore e bastoncino di legno
  • catene, anellini, chiusure
  • Pigmento colorato
  • Meccanismi
  • Formine

E non dimenticate l’elemento più importante: la pazienza, perchè per queste creazioni ci sono voluti due giorni dato che la resian va colata due volte! Una volta per il fondo e una volta con il pigmento nero 😉

Non vi dico nient’altro ad ogni creativo i suoi segreti 🙂 Spero siano di vostro gradimento ^^

xoxo Lux


Guida alle resine

ieri una mia amica mi ha chiesto consiglio sull’uso delle resine, così ho pensato di scrivere una breve recensione su quelle che ho provato ed una mini guida su tutto quello che si deve sapere prima di iniziare.

Le resine epossidiche bicomponenti sono confezionate in due componenti: resina e indurente da mischiare assieme in rapporti differenti a seconda della marca utilizzata per almeno due minuti, è necessario far riposare la soluzione per almeno 5-10minuti in modo che le bollicine prodotte scompaiano. Mi raccomando di coprire le superfici sulle quali lavorerete poichè la resina una volta asciutta non si stacca più. E’ bene utilizzare guanti e mascherina durante il loro utilizzo, sopratutto se si lavora su grandi quantità, l’area di lavoro dovrebbe essere ben ventilata.

Per la buona riuscita dei vostri lavori è bene seguire alcuni piccoli accorgimenti:

  •  Lavorare in una stanza calda, in alternativa se fa molto freddo potreste immergere il flaconcino di resina per 1/2 ora in acqua calda (non bollente mi raccomando) e provvedete ad asciugare bene la confezione per evitare che goccioline di acqua cadano nel lavoro.
  • Utilizzate per le stampe la carta fotografica se volete realizzare lavori come quelli in foto, in alternativa ricoprite l’immagine con un protettore, come quelli che si utilizzano per il decoupage, anche se a mio avviso la risoluzione della  carta fotografica è migliore.  Io l’ho comprata su ebay in una confezione da circa 50 fogli di misura 10×15, sufficienti per stampare immagini di tutti i tipi da colare. Se usate immagini trovate dalla rete impostare la risoluzione delle immagini a 300 pxl con un programma di fotoritocco.

Alle resine è possibile includere qualsiasi cosa: foglie essicate, piccoli oggettini, colori e pigmenti, attenti però ad usare quest’ultimi nella quantità giusta o rischiate che la resina non asciughi. In commercio esistono colori, pigmenti e stampi appositi per la resina, ma se siete alle prime armi potete utilizzare tranquillamente quelli per il ghiaccio, e se il prodotto finale non dovesse staccarisi, tranquilli!, mettete la formina nel congelatore per 5minuti e il vostro lavoro sguiscerà fuori come una biscia ;). Per il colore potete temporaneamente ovviare utilizzando i coloranti per dolci , io l’ho provato 😉 il risultato è eccelente anche se sarà leggermente trasparente e non coprente.  Importante:  non mettete la resina in forno se volete ricoprire i vostri lavori in fimo con  per proteggerli!!!!

Durante l’ultimo anno ho provato 3 marchi differenti di resina:

La stamperia con proporzioni 3:1 (Ovvero 3parti di Resina e 1 d’indurente). I tempi di asciugatura sono di circa 24h. A mio avviso l’ho trovata poco pratica sia per il dosaggio che per i tempi di asciugatura e per il confezionamento. E’ molto economica, costa circa 10euro ma io non la consiglierei poichè con il tempo tende ad ingiallire. E’ venduta in una confezione da circa 120 gr in due flaconcini: 90gr componente A e 30gr componente B, con dosatore e un bastoncino di legno per miscelare.

La crystal Finish con proporzioni di 2:1, asciuga circa in 8h. E’ venduta in una confezione da 150 ml è più cara della precedente, circa 15euro. Il dosaggio è comodo, il risultato finale è eccelente e trasparente e sopratutto è autolivellante, l’unico punto a sfavore è molto liquida, non ideale per aggiungere brillantini al momento della miscela, sarebbe opportuno aspettare circa 1/2h prima di incorporare porporine ecc che altrimenti si depositerebbero sul fondo. Nonostante ciò è la mia preferita per rapidità e semplicità nei dosaggi. Ovviamente nella confezione è presente dosatore e bastoncino

L’Ice resin made in USA invece ha proporzioni 1:1 è venduta in una confezione da 220 gr circa, insieme alle due bottigliette ci sono 8 bastoncini di legno e 8 dosatori, e due pratici beccucci da perforare, costa circa 25euro ed è introvabile in Italia.  I tempi di asciugatura sono di cira 6h, il risultato è….GHIACCIO, l’immagine è trasparente e lucida come il vetro, è molto densa per questo andrebbe fatta riposare almeno 10minuti dopo aver mischiato i componenti molto lentamente  in modo da eliminare le eventuali bollicine comparse. A mio avviso anche questa è  una resina eccellente, proprio per le proporzioni 1:1 che rendono quasi impossibile sbagliare miscela!

Questo è tutto ciò che dovete sapere per iniziare, per altri dubbi e domande contattatemi pure, per alcuni esempi potete guardare negl’album delle mie creazioni nella pagina facebook: Lux In Tenebris

Buon Lavoro xoxo Lux