Archivi categoria: Iniziative

il 2 novembre

Trascorsi alcuni giorni dalla “commemorazione dei defunti” riflettevo non tanto sull’eccessivo culto napoletano per l’adorazione dei morti, ma su un fenomeno che a mio avviso offre uno spunto di riflessione e ci fa dire: ma in che paese viviamo?! Se non possiamo affidarci all’incorruttibilità delle forze dell’ordine in un sud che muore in cosa possiamo credere e sperare?!

Ogni anno le strade che portano al cimitero della mia città diventano incredibilmente trafficate al punto da esigere l’impiego di forze dell’ordine che coordinino il traffico…

Fin qui tutto normale se non fosse che a due passi dagl’incorruttibili “servi dello stato” ci fossero parcheggiatori abusivi!!!

Parcheggiare liberamente in questi giorni è impossibile, sei accerchiato a ogni metro da persona che ti offrono la “custodia” dell’autovettura (nel nostro caso un autentico scassone), e il tutto sotto gl’occhi delle forze dell’ordine che non solo fanno finta di non vedere niente ma di tanto in tanto scambiano qualche battutina con il parcheggiatore di turno…

In tempi di crisi tutto è permesso?Questo sistema è frutto della disoccupazione e i “vigili”, buone anime, danno una mano a questi poveri ragazzi senza né arte né parte?

Assolutamente No, svegliatevi, dietro ai parcheggiatori, bancarelle abusive c’è sempre lo zampino loro…di quel cancro che attanaglia l’Italia in una morsa stretta e che fa metastasi: la Camorra!


8 Marzo 2012

Questo post è dedicato alle donne che in questa giornata accettano gli auguri con riluttanza, a coloro che stasera non andranno ad una serata con tronisti e personaggi misconosciuti all’insegna del più basso squallore.

L’ 8 Marzo non è  una festa e per questo non va festeggiato nelle discoteche ma va Celebrato con iniziative e memoriali per ricordare alle donne quanto poco si è ancora fatto per raggiungere l’emancipazione. Nel nostro paese come nel resto del mondo siamo ancora vittime: di discrimazione sessuale, di violenza e per questa ragione non si può accettare oggi la parola “Auguri”. In Italia le donne faticano a trovare lavoro e poche raggiungono i vertici professionali, in politica occupano la percentuale più bassa e per la famiglia sono ancora disposte a sacrificare la propria carriera…eppure sono le “creature” più forti…capaci di “sopportare” per 9 mesi una vita che nasce, di sanguinare ogni mese senza lamentarsi (ragazzi è inutile ironizzarci su se non sapete cosa significa!!!).

Non possiamo festeggiare sapendo che nell’era del progresso siamo ancora vittime della brutalità maschile

Video Telefono Rosa: l’8 Marzo non abbiamo niente da festeggiare

Donne fatevi rispettare, pretendete ciò che vi spetta perchè noi non siamo semplici esseri umani…perchè abbiamo un potere che ci hanno costretto a nascondere al mondo maschile…se per anni abbiamo fatto credere di aver bisogno della loro protezione adesso dimostriamogli di cosa siamo capaci, prendiamoci ciò che è nostro, perchè possiamo…dalla nostra abbiamo evidenze scientifiche che dimostrano come i nostri ormoni rendano migliori i nostri comportamenti, siamo state create per vincere ma non per essere assoggettate!!!

xoxo Lux


Europei 2012 il massacro

Mentre i più agguerriti tifosi si preparano a guardare gli europei in poltrona o in trasferta in Ucraina e in Polonia migliaia (anche se la stima è bassa) di randagi vengono crudelmente ammazzati per “ripulire” le strade, la politica dei due paesi prevede di togliere dalle strade i cani con ogni mezzo possibile e senza neanche un briciolo di pietà e compassione quasi come se fosse un gioco crudele!

Sono mesi che gli animali vengono letteralmente massacrati e in tv neanche se ne parla per cui a mobilitarsi per primi ovviamente sono i “navigatori” della rete e dei social Network che incitano, giustamente, a non guardare gli Europei.

Io mi sento indignata di fronte a tanto uso di violenza contro chi non può difendersi da solo e non ha voce…ma colpevoli della stessa crudele Barbarie sono gli osannati “giocatori” che potrebbero più di tutti fermare questo scempio rifiutandosi di giocare, ma del resto il compenso miliardario che gli spetta conta di più della vita degl’animali quindi dobbiamo provvedere da soli, tutto ciò dovrebbe farci riflettere su chi giudichiamo nostri eroi. Chiunque a fine campionato alzerà la coppa avrà sulle spalle e sulla coscienza un immane sterminio e si porterà a casa una coppa insanguinata!!!

Vi esorto a firmare le petizioni raccolte da questa pagina facebook: Uniti per difenderli, basta sofferenza e morte e ovviamente a non guardare gli Europeri 2012. Di articoli che attenstano ciò che ho molto brevemente spiegato ce ne sono tanti…documentatevi e rispondete alle petizioni!
Mi raccomando fare girare la notizia è importante!!!