Archivi del mese: novembre 2012

Questo Natale Regala Handmade


zalando gestione del reso

Ormai Zalando per me è un ossessione, ci troppe cose carine che mi piacciono e vorrei assolutamente comprare 🙂 Ma non sempre riesco a indovinare la taglia giusta, così l’ultima volta sono stata costretta a restituire un indumento che mi piaceva tantissimo!

La storia del reso gratuito è verissima 🙂

Restituire un oggetto è più semplice a farsi che a dirsi, sul sito c’è una sezione apposita, si sceglie l’ordine nel quale c’è l’articolo da restituire dando una motivazione (anche: “non mi piace”) e poi si stampa il modulo da inserire e incollare sul pacco (va  benissimo anche quello di zalando, io ho fatto così e me l’hanno accettato).

Se non avete la stampante vi mandano a casa i moduli, ci vorranno alcuni giorni. Pronto il pacco non vi resta che chiamare il corriere Bartolini che nel giro di pochissimo tempo viene a casa vostra (o se la sede è vicina a voi potete portarlo voi stessi) e senza costi prende il pacco e lo consegna a Zalando che provvederà una volta ricevuto l’articolo a restituire i soldi sul vostro conto.

Se avete ancora dubbi sull’affidabilità e la qualità di Zalando non esitate a fare domande

xoxo Lux


Novità di Novembre

Polemiche a parte pur essendo oberata d’impeghi ogni tanto riesco a impiegare parte del mio tempo alla mia passione più grande: realizzare gioielli fuori dall’ordinario…

Per cui ho estrapolato per voi quelli che a mio avviso sono le creazioni più belle del mese di Ottobre-Novembre 😉

Lo specchietto steampunk nel colore Bronzo 🙂 con veri ingranaggi!!!

E una parure: collana + orecchini realizzata con perle in vetro sfaccettare viola e nere, fiorellini in lucite viola. Le monachelle sono in acciaio chirurgico

Se vi sono piaciute le mie creazioni del mese, non esitate a visitare la mia pagina facebook per vedere tutto il resto della collezione e a contattarmi xoxo Lux
Lux In Tenebris


il 2 novembre

Trascorsi alcuni giorni dalla “commemorazione dei defunti” riflettevo non tanto sull’eccessivo culto napoletano per l’adorazione dei morti, ma su un fenomeno che a mio avviso offre uno spunto di riflessione e ci fa dire: ma in che paese viviamo?! Se non possiamo affidarci all’incorruttibilità delle forze dell’ordine in un sud che muore in cosa possiamo credere e sperare?!

Ogni anno le strade che portano al cimitero della mia città diventano incredibilmente trafficate al punto da esigere l’impiego di forze dell’ordine che coordinino il traffico…

Fin qui tutto normale se non fosse che a due passi dagl’incorruttibili “servi dello stato” ci fossero parcheggiatori abusivi!!!

Parcheggiare liberamente in questi giorni è impossibile, sei accerchiato a ogni metro da persona che ti offrono la “custodia” dell’autovettura (nel nostro caso un autentico scassone), e il tutto sotto gl’occhi delle forze dell’ordine che non solo fanno finta di non vedere niente ma di tanto in tanto scambiano qualche battutina con il parcheggiatore di turno…

In tempi di crisi tutto è permesso?Questo sistema è frutto della disoccupazione e i “vigili”, buone anime, danno una mano a questi poveri ragazzi senza né arte né parte?

Assolutamente No, svegliatevi, dietro ai parcheggiatori, bancarelle abusive c’è sempre lo zampino loro…di quel cancro che attanaglia l’Italia in una morsa stretta e che fa metastasi: la Camorra!