Disavventura Metropolitana

Qualche giorno fa raggiungere il centro della città è stata un vera impresa, a cominciare dal mattino, nonostante la levataccia sono arrivata in città tardi perchè il treno non solo è arrivato in ritardo ma era pienissimo tanto da stare tutti schiacciati come sardine in scatola, l’apice del disaggio convertito in ironia è stato quando all’enesima fermata un passeggero ha esclamato: << Trasit’ tanto stiamo comodi>> . Uscire è stata una vera liberazione ma l’avventura non si è conclusa qui, ho capito le dimenzioni del caos quando un ragazzo mi ha detto : <<la metro è rotta>> e il fondo non era neanche stato toccato. Scesa in metropolitana fortunatamente nonostante un treno fermo sui binari hanno deciso di farne partire uno su un’altro binario, la gente si è subito precipitata ad entrare ed anche io mi sono accalcata davanti alle porte sollecitata da una “simpatica” donna che con fare energetico bofonchiava: <<facit ambress’! trasit’! muovetevi! mann’ spint a me e mo spingo a voi! E chist’ si mettono a parlare>> “Grazie” all’energetica signora che mi spingeva “cortesemente” (mi ha praticamente buttate nel treno per passare!!!) sono riuscita ad entrare in un altro affollatissimo treno, fortuna che alla fermata successiva sarei scesa. Nel frattempo la signora non era ancora contenta di essere riuscita a guadagnarsi a suon di spintoni e insulti il suo posticino e doveva lamentarsi ancora un pò: << Napoli fa schifo, ci stà la schifezza ra gente’, io non sono di napoli>> detto comunque in napoletano, (dovete perdonarmi io il napoletano non lo sò parlare tanto meno scriverlo!) fatto stà che qualcuno non ha potuto sostenere questo insulto e ha cominciato a risponderle: <<I dò sì? Prima vengono qua pè magna, faticà e andare all’università, e poi si lamentano! Ma tornatene al paese tuo>> e la signora intona una litania: <<aggà spusat nu napoletan è merda comm’ a te, mio marito è nu cammorrist’ t spara!>> e con altrettanta eleganza sempre bofonchiando è scesa dal treno!!!

Fortunatamente sono riuscita poi ad arrivare alla sede quasi integra, mi stavano investendo ma sorvoliamo, ed il ritorno è stato calmo e sereno!!!

Ora mi vado a preparare per l’Heavy Naples Fest vi aspetto tutti stasera xoxo Lux

Annunci

Informazioni su luxhandmade

Luci ed ombre insinuano perennemente l’animo umano, è con questo concetto che ho costruito tassello dopo tassello la “Lux” il mio piccolo artigianato; luci ed ombre si mescolano plasmando creazioni originali, stravaganti ed eccentriche ma anche eleganti e colorate. Vampiri, scheletri, teschi si susseguono a eleganti e colorate forme di fiori e farfalle. Con le tecniche più varie senza mai limitarmi ad una sola strategia vengon fuori gioielli ispirati ai miti ed ai sogni: unicorni, sirene, vampiri dei più ben noti romanzi e telefilm, eroi ed eroine dei fumetti. Dal wire wrap all’altered art la Lux senza posa cerca nuovi stili che ne rispecchino lo spirito anticonformista Vedi tutti gli articoli di luxhandmade

2 responses to “Disavventura Metropolitana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: