Archivi del mese: dicembre 2011

best of lux 2011

Buon giorno ragazze e ragazzi siamo alla fine di questo vecchio anno, avete realizzato tutti i propositi?

Per chiudere in bellezza questo vecchio anno, dato che questo è fondamentalmente un blog creativo, ho deciso di mostrarvi la classifica delle 10 creazioni più belle di questo 2011 (sia vendute che invendute)

10. Orecchni Crystal Gazing

9. Bracciale cat come back

8. Music wing


7. Cappellaio Matto

6. Sanguigne

5. Vampire Bite


4. Angel

3. Ciel in wonderland

2. “Heartshaped Abyss

1. Clock Orange

Buon fine d’anno a tutti xoxo Lux


Capodanno a New York

Per consolarmi da una svilente e fallimentare giornata di mercatino, non tenutasi causa pioggia, il mio bel ragazzo oggi ha proposto di vederci un film “Cuore a Cuore” 🙂 Mentre lui sceglieva il film io ho messo su i tè caldi, uno nero per il mio boyfriend e aromatizzato alla vaniglia per me.

Se devo essere sincera nutrivo parecchi dubbi su questo film, davo per scontato che fosse come i nostri cinepanettoni dove alcuni ragazzi e qualche “non più giovane” si davano ai bagordi di fine anno, ed invece il film mi ha stupito, di certo banale e di buoni sentimenti ma mi ha piacevolmente sorpreso. Come i nostri cinepanettoni la storia segue più protagonisti: un misantropo disegnatore che odia il capodanno( Ashton Kutcher), che si trova a trascorrere il fine d’anno bloccato in ascensore insieme ad una cantante che abita nel suo palazzo (Lea Michele alias Rachel di Glee); una giovane mamma (Sarah Jessica Parker) che insegue la figlia per tutta New York (non vi dico di più); un uomo malato (Robert De Niro) che ha rifiutato tutte le cure; un giovane ragazzo (Zac Efron) che si ritrova a sua insaputa ad aiutare a realizzare i desideri di una semi-sconosciuta (Michelle Pfeiffer); un’abile cuoca (Katherine Heigl alias Izzie di Grey’s anatomy) alle prese sia con il cenone di capodanno che con un amore perduto (jon Bon Jovi); una donna in carriera (Hilary Swank) che prepara l’evento più straordinario di New York, una coppia (Jessica Biel) che cerca disperatamente di far nascere il loro bambino pochi minuti dopo la mezzanotte per aggiudicarsi un premio di oltre 25mila dollari…

E questi sono solo alcuni dei nomi famosi che si vedono comparire in questo film “corale”: Ludacris nei panni del poliziotto; Halle Berry e Alyssa Milano nei panni di due infermiere, James Belushi, Til Schweiger ecc ed altri personaggi a me meno noti ma che sicuramente gl’altri avranno riconosciuto 😉

In definitiva a me è piaciuto, anche se trovo gli “happy ending” scontati, che probabilità hanno due perfetti sconosciuti di innamorarsi in 8ore trascorse chiusi in un ascensore o dopo un solo incontro per di più avvenuto un anno prima?! Perchè due persone dopo tanto darsi da fare dovrebbero donare un premio a qualcun’altro?!! Si sà che l’animo umano non è fatto per questo genere di finezze ma il capodanno è come il natale dovremmo proporci per l’anno nuovo di essere tutti più buoni,  (come Hilary Swank dice nel suo discorso all’interno del film) e forse è proprio con questo spirito che  il lungometraggio vuole farci affrontare queso nuovo anno a cui daremo il benvenuto domani sera!!!

xoxo Lux


La solitudine dei numeri primi

Buongiorno a tutti 🙂 come avete trascorso questi giorni di feste natalizi?! Io ho finito di leggere un altro libro 🙂 e prima di cominciarne subito un altro vorrei lasciare il mio piccolo commentuccio.
Il libro in questione è la solitudine dei numeri primi di Paolo Giordano un fisico italiano alle “prese” con il suo primo romanzo 😉 che ha riscosso così tanto successo da vincere il premio Strega nel 2008 a mio avviso meritatissimo! Il romanzo prende avvio da due vicende personali che segneranno per sempre la vita dei protagonisti: Alice e Mattia. La prima è una bambina di 7 anni che odia le lezioni di scii ma è costretta a parteciparvi perchè il padre sogna già di veder diventare sua figlia una campionessa. Una gelida mattina Alice è più annoiata del solito, ha freddo e se la fà addosso e decide di tornare a casa da sola ma va fuori pista e cade rompendosi una gamba. Mattia è un bambino intelligente ma al contrario la sua gemella è affetta da autismo, un giorno entrambri vengono invitati ad una festa, ma vergognandosi della sorella Mattia la lascia al parco giochi con la promessa di ritornare a prenderla al più presto ma al suo ritorno Michela non c’è più. Due destini che s’incroceranno più tardi nell’adolescenza, Alice segnata nel corpo e di conseguenza nello spirito e Mattia che porta dentro di se la colpa della scomparsa della sorella, due personaggi sulle righe: egoista ed egocentrica la prima, apatico ed autolesionista il secondo ma accomunati da una grande sofferenza!Il destino li separerà nell’età adulta ma entrambi vivranno nel ricordo l’uno dell’altro fino ad un solo incontro che sarà determinante per entrambi. La fine nel libro non è sconta, a mio avviso lo scrittore ha saputo dare un giusto finale per questi due protagonisti che essendo due numeri primi gemelli sono destinati ad essere separati per sempre da un numero naturale!!! Se qualcuno non vi ha visto un “happy ending” io invece credo proprio che ci sia come il tramonto che Mattia va a vedere di ritorno dall’Italia come forma di ritrovata espiazione e di ritorno alla vita quella vera,  mentre Alice “Impara a rialzarsi da sola”.

Personalmente mi è piaciuto molto anche se i personaggi non sono positivi (ed è per questo che ho criticato aspramente Il linguaggio segreto dei fiori ), il romanzo non è scontato, i profili psicologici ben delineati e definiti inoltre il vissuto di dolore è così palesemente chiaro al lettore da capire e giustificare le azioni dei protagonisti. C’è chi li ha visti come degli sconfitti, dei perdenti e dei falliti a mio avviso non sono nulla di tutto ciò sono due persone che hanno sofferto e continuano a farlo, questo dolore è così forte da impedire loro di vivere mentre non fanno altro che esistere trascinati dal vento e dalle casualità.
Vi lascio la frase che mi è piaciuta di più:

Le scelte si fanno in pochi secondi e si scontano per il tempo restante

xoxo Lux


La leggenda personale

la tua Leggenda Personale è quello che hai sempre desiderato fare. Tutti, all’inizio della gioventù, sanno qual è la propria Leggenda Personale. In quel periodo della vita tutto è chiaro, tutto è possibile, e gli uomini non hanno paura di sognare e di desiderare tutto quello che vorrebbero veder fare nella vita. Ma poi, a mano a mano che il tempo passa, una misteriosa forza comincia a tentare di dimostrare come sia impossibile realizzare la Leggenda Personale. Sono le forze che sembrano negative, ma che in realtà ti insegnano a realizzare la tua Leggenda Personale. Preparano il tuo spirito e la tua volontà. Realizzare la propria Leggenda Personale è il solo dovere degli uomini. E quando desideri qualcosa, tutto l’Universo cospira affinché tu realizzi il tuo desiderio.

[PAULO COELHO – L’ALCHIMISTA]

dedicato a colui che fa battere il mio cuore ❤


Boscoreale Christmas Village II


Buona sera a tutti, domani è la vigilia, avete fatto i vostri regali?! O siete contrari? Io con oggi ho finito di farli, ^^ e se ho dimenticato qualcuno sono sicura che domani all’ AperiBrunch presso il Non solo cafè Reload troverò qualcosa di carino da compare dai bravissimi artigiani che esporranno 😉 Se siete di zona Napoli, provincia ecc ecc venite a farvi un giro c’è anche il djset di Claudio Climaco.

Oggi la mia giornata presso la fiera al Boscoreale Xmas Village si è chiusa prima del previsto 😦 purtroppo il vento forte non mi ha permesso di rimanere tutta la giornata, anche se dopo pranzo il vento infausto e malefico si era diradato. Sarò stata si e no un paio di ore, ma la corrente possente  a momenti non mi permetteva nemmeno di mettere le cose sul banchetto, il mio espostiore costruito sapientemente a mano dal mio boyfriend, sarà caduto circa 5 volte tantè che alla fine ho deciso di prendere solo gli orecchini di natale e qualche eletto ed esporli liberi sul banco. Le collane ho provato ad “incollarle” alla tovaglia con il nastro adesivo ma alla fine dato che volava tutto, orecchini, bracciali, collane, espositori e tovaglie ho deciso di ritirarmi dalla battaglia, il risultato? Due collane rotte, 4 orecchini persi, senza contare i miei “Zenzy” scheggiati 😦 ed in più  d’impavidi acquirenti che sfidassero la “tormenta” ed il freddo non si sono visti; posso affermare con sicurezza che il bilancio di questa mezzagiornata è stato non negativo ma peggio…e dire che speravo in questo penultimo giorno prima di natale per tirare su qualche soldino confidando in potenziali smemorati clienti che facessero i regali in extremis!!!

Per oggi è tutto e dato che non sò se in questi giorni avrò il tempo per farvi gli auguri ve li faccio in anticipo: buon Natale e buone feste

xoxo Lux


un pò di tutto II

Buongiorno a tutti, stamattina ho tante cose di cui parlare, per cui mettetevi comodi e state a “sentire”. Dato che i miei pensieri illogici ed irrazionali sono disordinati partiamo con la prima cosa che mi è venuta in mente stamattina di scrivere: la partita di ieri del Napoli, a quanto pare hanno segnato tutti: Pandev, Cavani, Zuniga, Gargano che mi hanno riferito non ne imbrocca mai una e Hamsik, io ovviamente non l’ho vista ma l’ho saputo stamattina appena ho fatto accesso a facebook, la bacheca praticamente era imbrattata di commenti sulla partita di ieri…

Ora mi chiedo, sono strana io ma non vedo perchè dovrei sentirmi emozionata per una cosa come questa, lo sò, ora mi tirerò contro tanti tanti commenti negativi, hanno vinto 6-1 e allora?!Sono bravi loro o sono una schiappa gli avversari?!Bhè a mio avviso nonostante il risultato c’è sempre da tirare fuori il meglio da se stessi perchè se ieri abbiamo stravinto è anche vero che in passato di figuracce ne abbiamo fatte anche noi! Io parlo da profana, perchè di calcio non mi è mai interessato, ogni anno boicotto mondiali ed europei e tifo per le squadre al sud del mondo, come il Gana qualche mondiale fa. Io mi chiedo perchè proprio il calcio è diventato lo sport nazionale, non ci sono attività sportive più belle come il basket con le sue complicate regole o la pallavolo?

Ieri ho cercato di fare qualche altra creazione di Natale, ma purtroppo ho di nuovo sbagliato con le dosi della resina e non si sono asciugate, poi il freddo della mia casa non aiuta 😦 il pensiero di doverle buttare non mi piace, sopratutto per la formina a forma di bracciale, la resina si rapprende e  sarà inutilizzabile. Aspetto 24h poi provo a mettere il bracciale nel congelatore per vedere se si riesce a staccare così e le altre immagini provo a ricolarle di nuovo, sperando di non sbagliare.

Qualche giorno fa invece, con un ottimo risultato ho realizzato questa collana “Madame Skull” molto poco natalizia 😀

Oggi tra i giveaway interessanti di facebook c’è quello dell’Alchimista un negozio di Pisa in cui potete trovare anche le mie creazioni 😉 In palio c’è un buono di 50euro da spendere nel negozio 🙂 L’estrazione verrà effettuata al raggiungimento di 20.000 fan ma sono sicura che tutti insieme riusciamo a totalizzarli in poco tempo, perchè la pagina merita, i prezzi sono buoni, Gea è una ragazza stupenda e simpatica 🙂 con cui è sempre piacevole chiacchierare 🙂 senza contare che lei e il suo socio danno la possibilità a ragazze come me che hanno estro di essere conosciute 🙂

Voi avete finito di fare i regali di Natale?! A me manca ancora qualcuno all’appello 🙂 anche se quest’anno i fondi sono davvero pochi e quelli guadagnati in questi 4appuntamenti al Boscorele Xmas Village se ne sono andati per altre cose, e sono rimasta letteralmente senza fondi, domani c’è un altro appuntamento per cui vi aspetto, porterò le creazioni che ho fatto in questi giorni, e spero anche quelle in resina che tardano ad asciugare, incrociamo le dita.

Ad ogni modo voglio fare un regalo a tutti i miei follower o a chi tramite il blog diventa fan della mia pagina facebook, scrivetemi in privato a questo profilo: Luxs Atelier non solo vi offrirò le spese di spedizioni scontate al 50% su un ordina uguale o maggiore di 15euro ma anche uno sconto del 5% sugl’oggetti che acquisterete

xoxo Lux


L’albero dei desideri

Ieri sono andata a Napoli, sotto la stazione di Piazza Garibaldi c’era l’albero dei desideri 🙂 ed anche io ho appeso il mio ai suoi rami

Lo ammetto mi sono soffermata un pò a leggere i pensieri degl’altri…alcuni biglietti erano scritti da dei bambini, altri da tifosi incalliti “ti prego babbo natale facci vincere la champions” e simili, i più però erano degli studenti per il buon esito degl’esami, per la laurea, “benedizioni” ai professori ma molti, moltissimi parlavano della crisi…”Merry Crisis” recitava uno, si sa che gli adulti non sperano che il natale sia un evento magico che faccia sparire le sofferenze, come recita la canzoncina ingannevole, ma penso che questo dell’albero sia un metodo per esorcizzare le ansie e le paure…in giappone il giorno di Tanabata (il 7 luglio) si appendono al bambù dei bigliettini (tanzaku) con dei desideri, proprio come abbiamo fatto noi al nostro alberello, ed è una festa ufficiale desiderata da grandi e da piccini e tutti ma proprio tutti appendono ai ramoscelli il loro pensiero,  speriamo sia di buon auspicio.

xoxo Lux